Per un appuntamento telefona al 349 6347184

PSICOLOGIA DELL'ALIMENTAZIONE. TEMPO D'ESTATE, TEMPO DI DIETE. Alcuni consigli dalla psicologa

E’ arrivata l’estate e con essa anche la preoccupazione per il proprio aspetto fisico e la giusta dieta. Sempre più spesso donne (e ora anche molti uomini) prestano attenzione alla propria forma fisica trascurando di più gli aspetti psicologici. Con l’estate ci
si scopre e ci si mostra per come si è ma quando la propria immagine reale non corrisponde a quella ideale, l’ansia cresce e il benessere psicologico riceve uno spiacevole contraccolpo. Con una dieta di pochi giorni si vorrebbe recuperare e perdere quella rotondità conquistata "a fatica" durante un lungo inverno. Il buon senso lascia intendere che ciò che è stato acquisito in un periodo lungo non può essere perso in poco tempo ma nonostante ciò ogni anno si trovano milioni di diete, dai nomi più bizzarri che promettono risultati eccezionali in tempi da record.

La domanda è: a quale stress psicofisico si sottopone un individuo per ottenere simili risultati? Sicuramente di gran lunga maggiore a quello impiegato dallo stesso individuo nel provare ad imparare ad accettarsi per com'è. La serenità psicologica è un bene che nessuna dieta può regalare perché ci sarà sempre un chilo da perdere o una ruga da eliminare, fino a quando non s’impara ad apprezzarsi con i propri limiti e difetti.

Se poi avete deciso di dedicare tempo e attenzione al vostro corpo, bene, ma fatelo per il vostro benessere fisico e psicologico.

Ecco alcuni suggerimenti:

- Abbiate cura del vostro corpo sempre, ogni stagione dell’anno;

- Non strapazzatelo con diete drastiche ma coccolatelo con una sana e costante alimentazione (per qualsiasi dieta rivolgetevi ad un esperto);

- Dedicate tempo quotidiano o settimanale all'attività fisica (è sufficiente una passeggiata di 20 minuti per ritrovare un po’ di benessere e perdere qualche caloria);

Massaggiatelo, con olio o crema idratante, quotidianamente o settimanalmente per almeno 10 minuti, riattiverete la micro-circolazione e le sue funzioni accessorie;

- Dedicate 15 minuti di tempo al giorno o un'ora alla settimana al rilassamento fisico (yoga, traning autogeno e per chi non conosce queste pratiche è sufficiente isolarsi per un po’ da rumori e persone, mettersi in una posizione comoda e concentrarsi ad occhi chiusi sulla propria respirazione fino a sentire i muscoli più rilassati);

- Usate i farmaci solo quando necessario;

- Limitate il fumo e l’uso di alcool;

- Limitate l’assunzione di cibi ipercalorici, eccessivamente elaborati e di produzione industriale;

- Fate attenzione alla postura che assumete; a volte una posizione sbagliata può causare disturbi (per esempio tenere troppo a lungo le gambe accavallate può rallentare la micro-circolazione);

- Imparate a conoscere e ad ascoltare il vostro corpo, i suoi limiti, le sue potenzialità, il piaceri e il dolore. Vi servirà ad autoregolarvi.

Lo scopo di tali suggerimenti non è certo quello di acquisire un fisico perfetto e ideale perché semplicemente non esiste! Ma quello di riconciliarsi con il proprio corpo, di conoscerlo più a fondo, di apprezzarlo e utilizzarlo al meglio delle sue possibilità poiché, spesso, è nell'imperfezione che si può trovare un punto di forza!


 Dott.ssa Katjuscia Manganiello – Psicologa Psicoterapeuta 
Tel. 349 6347184
Studio di Psicologia e Psicoterapia – via XI febbraio, 63 / 61121 Pesaro (PU)
e-mail katja.manga@libero.it  
  Autore
Posta un commento