Per un appuntamento telefona al 349 6347184

TRE MOSSE PER AFFRONTARE L’ANSIA. Dr Katjuscia Manganiello


“Come possiamo vincere l’ansia che a volte compare dal nulla?” Questa è una domanda che coloro che soffrono di ansia si fanno spesso. Per questo vorrei darvi alcune indicazioni per capire e
affrontare l’ansia.
1.       L’ansia prima di tutto è il segnale che c’è qualcosa che non va. Quindi il primo suggerimento è quello di ascoltare l’ansia. L’ansia vi sta chiedendo di fermarvi un momento per prestare attenzione a qualcosa della vostra vita che per qualche motivo tendete ad ignorare o ad evitare. Più la evitate e più l’ansia aumenta fino all’attacco di panico. Non potete sfuggire all’ansia. Prima vi fermate a ragionare sui motivi che l’hanno generata e più è facile capire e affrontare il problema. Più aspettate e più le cose si fanno complicate. Intervenite il prima possibile.  
Es. “Marco è un uomo in carriera. Ha importanti responsabilità e le porta avanti con grande successo. Eppure inizia a sentirsi sempre più ansioso fino ad avere un attacco di panico. Marco racconta in psicoterapia di avere un rapporto di amore/odio con il padre dal quale vorrebbe prendere le distanze per le scelte fatte nella vita ma allo stesso tempo si sente in colpa perché ora che è anziano ha paura di perderlo. Il conflitto tra questi due bisogni contrapposti di vicinanza e lontananza con il padre sono causa di forte ansia.”
2.       Una volta che vi siete fermati ad ascoltare l’ansia dovete capire quali sono i motivi che l’hanno generata. Provate a rispondere a queste domande: ci sono compiti particolarmente importanti che vi preoccupano? Vi sentite insicuri, incapaci o impreparati ad affrontare un evento nella vita? Vi sono relazioni che vivete con difficoltà? L’ansia è l’espressione di una difficoltà personale, relazionale o sociale dovuta alla percezione di non essere abbastanza preparati, capaci o sicuri ad affrontare una particolare situazione. Tale vissuto si associa spesso anche alla paura di perdere il controllo della propria vita. Può essere anche un vissuto di cui non vi rendete conto e che riesce ad emergere solo attraverso l’ansia. Se siete in ansia e vi sembra che tutto vada bene non fermatevi di fronte a questa apparenza provate a cercare più a fondo l’origine del vostro malessere.   
Es. “Giulia inizia ad avere attacchi di panico mentre guida. Non sa perché accade ha una famiglia felice, un lavoro che le piace ed è proprio lì dove immaginava di essere quando era bambina. Eppure nel corso della psicoterapia emerge il suo senso di insicurezza legato ad un’immagine di Sé che vive come inadeguata. Non si piace, non accetta la sua femminilità e teme che questo possa farle perdere il marito e tutto quello che di bello ha costruito.”
3.       Ultimo ma non meno importante passo è affrontare la difficoltà che è all'origine dell’ansia. Questa è la parte più difficile poiché richiede un cambiamento e per arrivare a tale cambiamento occorre avere una forte motivazione. Lasciare un’abitudine familiare e rassicurante per tentare una nuova strada non è mai cosa semplice anche se quell'abitudine vi crea una serie di problemi. Perché è tutto ciò che avete e conoscete e provare qualcosa di nuovo fa paura.
Es. “Luca è ansioso fin da ragazzo. E’ timido e insicuro. La sua ansia è l’espressione delle sue insicurezze nell’affrontare le richieste sociali. Per questo tende a chiudersi in se stesso, luogo rassicurante e protetto. Luca però ha dei desideri: laurearsi, avere degli amici e una ragazza. Per fare tutto questo o perlomeno per incominciare si fa coraggio e accetta di fare delle esperienze nuove. Per gradi, con i suoi tempi e seguendo i suoi interessi Luca, con l’aiuto della psicoterapia, inizia a frequentare degli amici e si iscrive all’università.”  

Se l’ansia si è appena presentata puoi provare da solo ad attraversare questi tre passi verso il cambiamento ma se hai problemi di ansia da tempo, hai già fatto questi tentativi o altri senza risultati o se hai attacchi di panico allora è necessario l’aiuto della psicoterapia. Attraverso la psicoterapia potrai affrontare i tre momenti del cambiamento con il sostegno, le indicazioni e la professionalità della psicoterapeuta.
Se hai domande particolari o vuoi raccontarmi la tua storia scrivimi a katja.manga@libero.it sarò felice di risponderti.  

Se desideri rivolgere una domanda alla psicologa scrivi a katja.manga@libero.it


La risposta arriva in forma privata. Alcune e-mail saranno pubblicate senza dati personali autentici per evitare ogni possibile riconoscimento nel rispetto della legge sulla privacy  

____________________________________

                      Dott.ssa Katjuscia Manganiello | Psicologa Psicoterapeuta
 Tel. 349 6347184

Studio di Psicologia e Psicoterapia | via XI febbraio, 63 - 61121 Pesaro (PU)
e-mail katja.manga@libero.it  
Posta un commento